Sbilf Friulano

Sbilf Friulano

Gli Sbilfs sono folletti immateriali e ubiquitari che si trovano everywhere e nowhere, in prati, radure, boschi, ruscelli, e… vigne. La vicenda del Friulano li ha sbilfati almeno quanto i Friulani ma, come è nella loro quasi infantile natura si sono presto ripresi e, in divisa rossa o verde da giullari medioevali con berretto tintinnante di campanellini, cantano le lodi di questo vino. Sono troppo piccoli per essere visti e sentiti? Questo lo dite voi…

Nome del vino: SBILF Friulano 100% – Denominazione Origine Controllata – Friuli Colli Orientali.
Vitigno: Otto biotipi antichi di Tocai Giallo, tra i quali 300 piante di Tocai Giallo dal Peduncolo Rosso.
Età viti: 10 anni.
Territorio: Vigneti terrazzati, terreni marnosi con buona presenza di arenaria, esposti a sud-ovest, altitudine 150-180 mt s.l.m.
Sistema di allevamento: Guyot classico monolaterale 4-5 germogli produttivi per ceppo.
Produzione: 30-35 ql / ha.
Vendemmia: Manuale in cassetta con successivo controllo su banco di cernita vibrante.
Vinificazione: Una prima parte delle uve viene fatta fermentare con bucce in tinelli aperti di rovere con periodiche follature giornaliere per 4-5 giorni; la restante parte viene direttamente pressata a grappolo intero ed il mosto ottenuto posto a decantare a temperatura di 11°C per 24 ore prima di essere travasato e unito alla prima parte in fermentazione.
Affinamento: Lo Sbilf viene imbottigliato e lasciato almeno altri 12 mesi in affinamento in bottiglia prima di iniziare la sua commercializzazione assolutamente non prima della degustazione finale da parte della proprietà.
Colore:
Giallo oro.
Temperatura di servizio: 14°C.

Sfoglia il catalogo                       Download PDF:   Scheda        Catalogo

 

Per info e ordini: info@lisfadis.com

Close cart
Subtotale: 0,00
×